Art & Wine Club GALLERY

FILIPPO PINSOGLIO 

Filippo Pinsoglio – Natività del Botticelli – olio su tela – cm. 130 x 100

Nato a Moncalieri è iscritto alla “Società Promotrice delle Belle Arti” sia di Torino che di Asti, dove vive e lavora. Si avvicina alla pittura frequentando lo studio dei compianti artisti Amelia Platone e Carlo Carosso ed inizia a esporre a partire dal 1991. Riceve vari premi e dipinge il drappo del “Palio del Cerro” – Cerreto Guidi (FI) – 2002, il drappo del Torneo Cavalleresco “Castel Clementino”-Servigliano (AP) – 2004, ed altri per il Palio di Asti. Ha esposto nel 2015 e nel 2016 alla mostra Call’Art, presso la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, evento ufficiale del Carnevale di Venezia. Segue nota critica di Fabio Giuseppe Carlo Carisio. 

Ispirato dai magnifici paesaggi del Monferrato dove vive, ha evidenziato una facoltà pittorica poliedrica facendo della vivacità cromatica della sua tavolozza il punto di forza.Nonostante ciò in occasione della sua grande antologica nella Chiesa di San Domenico di Alba del 2017 ha realizzato specificatamente un ciclo di opere in acrilico su tela caratterizzate dalla predominanza della bicromia più essenziale dell’arte visiva: il bianco e nero, appena callidamente illuminato da lampi di colori per porre l’accento semantico dell’opera sul dettaglio peculiare. Una nuova espressività che prende spunto dalla rievocazione dei tempi della sua infanzia e giovinezza quando la fruizione dei media dalla televisione al pc era ancora nell’era del bianco e nero. Assai apprezzato anche nelle figure umane, si è  calato in una dimensione originale attingendo alle espressioni visive della grafica contemporanea per dare nuova impronta alle sue tele. Ha inventato così le “vignette” che rivisitano in chiave caricaturale e giocosa i personaggi della sua abituale produzione artistica. Una vendemmiatrice d’altri tempi diviene protagonista di una composizione tratteggiata ad olio con segni essenziali dove sono le soffici sfumature e le sottili pennellate a dare intensità all’opera. Come i maestri dell’Avanguardia seppero ruppere gli schemi con la visione figurativa antinaturalistica mantenendo però uno stilema pittorico ricercato nel segno e nel colore, con la stessa enfasi stilistica Pinsoglio dipinge queste vignette ricorrendo ad una dovizia di pennellate eloquenti, dense di tessiture, di colore e di sfumature che fanno anche di una semplice caricatura una vivida opera d’arte. 

Info                         club@art.-wine.eu                                     tel. 3661565872

 

Lascia un commento