Artisti Art & Wine Club

2.985 Views
Fabio Carisio durante una conferenza con il professor Vittorio Sgarbi, organizzata dall’associazione Art & Wine Club ad Alba

ART & WINE CLUB ITALIAN TOP STYLE

Art & Wine Club – Italian Top Style è un’associazione di volontariato culturale fondata da Fabio Carisio, critico e curatore d’arte e direttore e fondatore del magazine Art & Wine, insieme ad alcuni artisti piemontesi. Come la rivista da cui prende origine come strumento operativo si prefigge di promuovere l’arte in connubio con il vino attraverso l’organizzazione di eventi prevalentemente destinati alla valorizzazione di artisti italiani.  L’associazione ha sede a Barolo ed opera prevalentemente nelle Langhe divenute Patrimonio Unesco nel 2014.

ADRIANO NOSENGO SCOMPARSI A 74 ANNI:
IL PITTORE DEGLI ANGELI E’ VOLATO IN CIELO

ART & WINE CLUB – GALLERY ARTISTI

NOEMI ALVISI – MELFI – PZ – BASILICATA

Noemi Alvisi – Il dono – olio su tela – CLICCA SULLA FOTO PER VEDERE LA GALLERY DELL’ARTISTA

Nata a Melfi il 2 giugno 1995 dove abita e dipinge, si è brillantemente diplomata presso il Liceo Artistico. Nonostante la sua giovanissima età ha già partecipato a vari eventi artistici ricevendo lusinghiere critiche e menzioni. Al concorso nazionale “Premio Enogenius 2013” ha conquistato un ottimo quarto posto. Dal 2014 si sta perfezionando nella blasonata Accademia di Belle Arti di Firenze dove ha conseguito il diploma di laurea triennale nel 2017 . Nel 2016 è risultata prima assoluta nell’ambito premio DipingiMelfi. Noemi Alvisi sa ben coniugare l’impronta delle tradizioni rinascimentali alle suggestioni contemporanee. Suggestionata dai chiaroscuri merisiani, ha creato uno stilema pittorico sontuoso in chiave di iperrealismo neoclassico: la nuda fissità delle rievocazioni scultoree viene messa in azione dalle forme sinuose dei movimenti di luci ed ombre, viene illuminata dai ritmici volumi cromatici di una pennellata serica, fluente di colori intensi e luminosi.

L’iperrealismo neoclassico è l’orientamento stilistico della giovanissima Noemi che affianca ad un eccezionale talento pittorico una vena creativa gravida di raffinate suggestioni, profondità concettuali e citazioni erudite. Con l’uso sublime del chiaroscuro scolpisce sulla tela icone mitologiche trasfigurate attraverso evocazioni artistiche di grandi maestri. Il Dono è un capolavoro di allegoria della favola di Amore e Psiche: se in ambito pittorico traspare l’armoniosa sinuosità delle forme allusiva ai celeberrimi marmi canoviani, in chiave simbolistica ecco i dotti riferimenti alle antiche valenze semantiche della parola psiche, farfalla e anima in greco, e dell’uva quale metafora di rinascita ed immortalità.

 

EZIO FERRARIS – ASTI – PIEMONTE

EZIO FERRARIS – La luna blu – tecnica mista con vino e materiali di vigna su tela – CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE LA GALLERY DELL’ARTISTA

Nato ad Agliano Terme nel 1957 in una famiglia di viticoltori ha trascorso molto tempo in vigna ed ha sviluppato un rapporto intimo ed «osmotico» con la natura, culminato in una collezione di ceppi ultracentenari di vite dalle suggestive forme di esseri viventi. L’amore per il suo territorio lo ha portato a sperimentare con successo tecniche pittoriche ispirate dalla viticoltura: dai dipinti con vini e vinacce agli ultimi lavori con zolfo, verderame e zolle di argilla. Nel 2016 insieme ai soci master di Art & Wine Club ha partecipato alla mostra di arte contemporanea del Carnevale di Venezia nella Scuola Grande di San Giovanni Evangelista.ato alla mostra di arte contemporanea del Carnevale di Venezia nella Scuola Grande di San Giovanni Evangelista.

 

FULVIO GAVINEL – BOLOGNA – EMILIA ROMAGNA

Fulvio Gavinel – Filari al sole – tecnica mista su tavola – CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE LA FOTOGALLERY DELL’ARTISTA

Nasce a Bologna il 20 ottobre 1947 dove vive e lavora. Il padre, pittore autodidatta, gli insegna a disegnare accompagnandolo in diverse mostre per allargare le sue cognizioni artistiche. La sua autentica attività pitorica inizia nel 1973 con lo studio sul valore e l’importanza dei colori, i loro accostamenti, la prospettiva, il punto di contatto tra emozione ed invenzione. Nel 1984 scopre l’astrattismo ma si prefigge di rimanere vicino alla natura ed all’arte popolare. Cosi, attraverso l’uso e la scultorea deformazione di oggetti quotidiani come reti metalliche, lamiere, cartoni Gavinel dà un abito materico e tridimensionale ai suoi estrosi lampi di geometrie policrome di armonica intensità e vaga reminescenza concettualista: li esprime con uno stile ora frizzante ora rigoroso, speculare all’emotività dei suoi nottambulismi pittorici. Un artista maturo con un curriculum ricco di prestigiose personali in Italia e collettive all’estero. E’ stato pubblicato su cataloghi internazionali e, dal 2014, appare su ArteTv di Willy Montini.

 

CARLA GHISOLFI – MONFORTE D’ALBA – CN  – PIEMONTE

Carla Ghisolfi – Ballo inebriante – acquerello – CLICCA SULL’IMMAGINE PER VISUALIZZARE LA FOTOGALLERY DELL’ARTISTA

Innamorata della natura e di quel paradiso che si chiama Langa, ha sviluppato fin da piccola la capacità di carpirne luci e colori nell’immediatezza dell’acquarello che assume per lei la spontaneità di un gesto pittorico unico ed irripetibile: un attimo che ben rappresenta la fugacità delle emozioni di un bosco, di un animale selvatico e, soprattutto, delle vigne. Oltre a possedere una manualità tecnica davvero raffinata, grazie all’intima sensibilità reinventa la natura con tratti lievi, lasciando l’onere di narrarla alle sfumature vaporose, alle vibrazioni cromatiche intense e squillanti; fiammeggianti e increspati sono i pampini che incorniciano il brumoso Castello della Volta di Barolo.

Nativa di Monforte d’Alba dove vive e lavora come acquerellista e pittrice su ceramica, è stata allieva di Francesco Franco, Paola Pitzianti e Piero Ruggeri. Nel corso degli anni ha riscosso ampi consensi con mostre personali e collettive in Piemonte e in Toscana. Si è specializzata nell’Arte della pittura su porcellana “Master degree in the fine art off china painting”. Ha avuto numerosi riconoscimenti tra cui, nel 2013, il primo premio di pittura al concorso nazionale Leonardo di Savigliano.

 

NERIO GRISO  – AVIGLIANA – TO  – PIEMONTE

Nerio Griso – Tutto è compiuto – Olio su tela – CLICCA SULL’IMMAGINE PER VISUALIZZARE LA FOTOGALLERY DELL’ARTISTA

Discepolo di Ottavio Mazzonis (allievo di Nicola Arduino che lo fu a sua   volta del grande piemontese Giacomo Grosso) è nato a Donada (ora Porto Viro – Rovigo) nel 1949, ma ancora bambino si trasferì in Piemonte, dove oggi vive e lavora ad Avigliana (To). Frequentò l’atelier torinese del maestro per 28 anni, fino alla sua scomparsa, apprendendo da lui molteplici tecniche pittoriche ed affinando così lo stile che trova compiuta e poetica espressività nei paesaggi e nei ritratti. Dopo tanti anni di vita artistica riservata Nerio Griso ha iniziato ad esporre nelle mostre di Art & Wine Club. La pregevole maestria pittorica di Griso germoglia sulle salde radici di un’abilità tecnica sopraffina: il tratto veemente ed impulsivo viene calato in una progettazione creativa armonica e ben ponderata. Si nutre di vibrazioni brevi dal gusto divisionista ma traluce attraverso velature deliziose, sfumature tonali ora soffuse ora intense, ombreggiature e lumeggiature improvvise e danzanti, tali da creare paesaggi trascendenti, proiezioni spirituali intimistiche del reale e delle sue minuscole sfaccettature.

 

OSVALDO MASCARELLO – LA MORRA – CN  – PIEMONTE

Osvaldo Mascarello – Pampini e Langa – Scultopittura su tavola – CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE LA FOTOGALLERY DELL’ARTISTA

Nato a La Morra (Cn) nel 1948 dove vive e lavora. Dalla passione giovanile per il disegno a matita e carboncino è passato a quella per l’acquerello e poi la pittura ad olio. L’attività professionale lo ha portato a lavorare in giro per il mondo, del quale ha saputo catturare immagini ed emozioni prima tramite la fotografia, oggi con i dipinti. Ha esposto in varie collettive e personali in Piemonte e Lombardia conquistando alcuni premi con la scultopittura. Scrive di lui il critico d”arte Fabio Carisio: “Già si è evidenziata in altri testi l’inventiva pittorica di Osvaldo che ha saputo esaltare i contrasti tra le ombre ed i fondali mossi da variazioni tonali su cromie molto calde. La sua matrice artistica si è impreziosita  anche di un elemento scultoreo a mosaico (con agglomerati di vernici di scarto delle carrozzerie automobilistiche) che diviene l’elemento figurativo protagonista delle opere in un compiuto connubio di pregevole e peculiare scultopittura. Mai pago di nuove sperimentazioni tecniche dopo essersi cimentano nell’incisione ad acquaforte ha letteralmente inventato una nuova espressività artistica nel campo della figurazione con la “ciclopittura” ovvero la rappresentazione di un paesaggio circolare attraverso anche la descrizione delle sue variazioni temporali dall’alba al tramonto con l’utilizzo delle vecchie barrique. Un barrique painting non solo decorativo ma anche icastico e narrativo”. Proprio nel 2018 attraverso il concorso Pitturiamo ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di essere inserito nelle Selezioni di Vittorio Sgarbi per l’originalità e l’intensità lirica e cromatica dei suoi dipinti.

 

ADRIANO NOSENGO – VERCELLI – PIEMONTE

Adriano Nosengo – Ebbrezza angelica – acrilico su tavola – CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE LA FOTOGALLERY DELL’ARTISTA

Nato nel 1944 a Vercelli dove vive e lavora, ha trascorso la sua gioventù a Parigi. Ha esposto nelle principali città italiane ed estere. Memorabile la sua mostra nella galleria parigina Man Art con cui ha partecipato nel 2002 all’ArtExpo di New York. Suoi lavori sono in collezioni private e pubbliche tra cui il Museo di Santa Caterina a Treviso. Una sua opera si guadagnò nel 2005 il primo premio Presidente della Repubblica al Concorso Nazionale di Pittura di Santhià. Dal 2015 un suo angelo è inserito nel mosaico pittorico della Iglesia de Los Angeles nella Estancia del Milagro nel nord-este dell’Argentina. Insufflata dalle suggestioni delle Grandi Avanguardie storiche la sua arte attinge alle impronte simboliste, surrealiste, metafisiche e cubiste per generare stilemi pittorici sempre nuovi ed assolutamente geniali ed originali.

 

GIANNI PASCOLI – CAIRO M.  – SV  – LIGURIA

Gianni Pascol – Labbra rosso Barolo – olio su tela – CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE LA FOTOGALLERY DELL’ARTISTA

Nato nel 1952 a Savona vive e lavora a Cairo Montenotte (Sv). Friulano d’origine, si avvicinò all’arte grazie al pittore conterraneo Domenico Bortoluzzi. Ha frequentato l’Istituto d’Arte di Acqui Terme, l’Accademia di Firenze (maestro Primo Conti) e quella di Brera. Ha esposto in tutta Italia ed all’estero (Parigi, Vienna, Istanbul, Sidney) anche a Rio de Janeiro per le Olimpiadi 2016. Nel 2014 è stato selezionato per due personali a Palazzo Salmatoris di Cherasco e a Mantova. Ha ricevuto vari riconoscimenti tra cui l’onore di dipingere il Palio di Alba. Nel 2015 ha vinto ex aequo il primo premio Art & Wine Club in memoria di Guido Fassione, votato dagli stessi artisti dell’associazione. Pascoli è l’esempio di una figurazione che può sempre traguardarsi verso innovative espressività stilistiche ed estetiche. La sinfonica varietà coloristica, le gradazioni tonali di luci ed ombre, le svolazzanti pennellate in maculazioni materiche e vibranti creano opere d’arte sempre nuove, originali ed affascinanti.

 

FILIPPO PINSOGLIO  – ASTI – PIEMONTE

Filippo Pinsoglio – La civetta urbiaca – acrilico su tela – CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE LA FOTOGALLERY DELL’ARTISTA

Nato a Moncalieri è iscritto alla “Società Promotrice delle Belle Arti” sia di Torino che di Asti, dove vive e lavora. Si avvicina alla pittura frequentando lo studio dei compianti artisti Amelia Platone e Carlo Carosso ed inizia a esporre a partire dal 1991. Riceve vari premi e dipinge il drappo del “Palio del Cerro” – Cerreto Guidi (FI) – 2002, il drappo del Torneo Cavalleresco “Castel Clementino”- Servigliano (AP) – 2004, ed altri per il Palio di Asti. Nel 2014 E 2016 ha esposto nello Spazio Badoer della Grande Scuola di San Giovanni Evangelista  a Venezia con Call’Art e Art & Wine Club per la mostra ufficiale del Carnevale della città lagunare..

Fortemente ispirato dai magnifici paesaggi del Monferrato dove vive, ha evidenziato una facoltà pittorica poliedrica facendo della vivacità cromatica della sua tavolozza il punto di forza. Assai apprezzato anche nelle figure umane, si è ora calato in una dimensione originale attingendo alle espressioni visive della grafica contemporanea per dare nuova impronta alle sue tele. Ha inventato così le “vignette” che rivisitano in chiave caricaturale e giocosa i personaggi della sua abituale produzione artistica. Una vendemmiatrice d’altri tempi diviene protagonista di una composizione tratteggiata ad olio con segni essenziali dove sono le soffici sfumature e le sottili pennellate a dare intensità all’opera.

 

ANNA SCIARRILLO – TORINO – PIEMONTE

Anna Sciarrillo – L’amaro calice – pittura a freddo su vetro

Nata a Torino dove vive e lavora; vicepresidente dello storico Circolo degli Artisti di Torino, è stata allieva del pittore italo-francese Giovanni Cravanzola; autodidatta per la  pittura su vetro a freddo, è particolarmente affascinata dagli effetti che i colori esprimono attraverso la luce e la sua trasparenza. Il suo stile spazia e  sperimenta tutte le tecniche pittoriche, dal naif all’astratto, fino al figurativo, riuscendo a trasmettere, ed a trasformare sulle lastre di vetro in immagini, le sue emozioni. Tra le sue numerose esposizioni da ricordare “Emozioni e colori“ presso la Aci Gallery ed altre nel Circolo degli Artisti di Torino. Da molti anni è presente alla mostra annuale degli artisti della Promotrice di Belle Arti di Torino di cui fa parte. E’ molto attiva anche come organizzatrice di eventi d’arte, come  la mostra internazionale torinese a premi “FARI nella città“.

 

GIANNI VIGNA – MONDOVI’ – PIEMONTE

Gianni Vigna – Red Passion – acquerello su carta – CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE LA FOTOGALLERY DELL’ARTISTA

Vive a Mondovì (Cn) dove è nato nel 1961 e dipinge quasi solo ad acquerello. Finalista di concorsi nazionali d’arte ad Alba e Sanremo, ha partecipato spesso alla rassegna Bagutta di Milano. Nel 2015 ha vinto ex aequo il primo premio Art & Wine Club in memoria di Guido Fassione. Nel 2016 insieme ai soci master di Art & Wine Club ha partecipato alla mostra di arte contemporanea del Carnevale di Venezia nella Scuola Grande di San Giovanni Evangelista. Pittore dei riverberi di luci, colori e contrasti tonali ha varcato il confine della pittura paesaggistica esasperandone la concezione espressionistica in una torrenziale pulsione spirituale e surreale che trova entusiasmante foce nei vigneti. Memore dei chiarori soffusi e dei bagliori corruschi dell’adorato William Turner, rilegge l’amata natura in una suggestione intima ed onirica, captando i dettagli fatati intorno ai quali irradiare la composizione cromatica e segnica con uno slancio prospettico profondo, esaltato dal sapiente uso delle sfumature.

BAROLO PAINTING III  – CATALOGO MOSTRA

 

BAROLO PAINTING 2016 – catalogo ITA/ENG – CLICCA PER VISUALIZZARE

ARTISTI ART & WINE CLUB 2013-2018

CLICCA SULLL’IMMAGINE SOTTO