INAUGURATO IL MUSEO DEGLI “SPIRITI DELLA VIGNA”. Ospita i Ceppi di Vite Ultrasecolari e Artistici selezionati da Ezio Ferraris

123 Views

Finalmente, dopo oltre un decennio di suggestive mostre incominciate ad Asti in Palazzo Mazzetti, gli Spiriti della Vigna – SoulWine” hanno trovato una dimora stabile e sontuosa che ne celebrerà l’unicità ed originalità.

Lo scorso 30 giugno, infatti,  a Castelnuovo Calcea, in provincia di Asti, la Cantina Sociale Barbera dei Sei Castelli ha inaugurato un nuovo Centro Enoturistico con il museo dedicato ai ceppi di vite ultrasecolari selezionati dall’artista astesano Ezio Ferraris per la loro morfologia artistica che, in alcuni casi, rievoca la foggia di anatroccoli, giraffe, elefanti ecc. Tra degustazioni e visite alla mostra permanente ci sarà quindi un nuovo modo di raccontare il vino partendo proprio dalle sue radici.

L’ngresso del Museo Spiriti della Vigna

Le sculture naturali dei ceppi di vite, soltanto selezionate e lucidate da Ferraris, e le musiche del Maestro Christian Ravaglioli guidano l’esperienza di chi, in un sorso, immagina “gli spiriti della vigna” e il loro territorio. Grazie anche al lavoro di coordinamento di Monica Meneghelli e alle grafiche di Lisa Perbellini guardare oltre il vino non è mai stato un gesto tanto concreto.

Migliaia di persone e le massime autorità civili del territorio hanno preso parte con entusiasmo all’evento tanto atteso.

All’artista, membro dell’associazione Art & Wine con cui ha esposto anche opere multisensoriali sui tartufi e altri ceppi dipinti ora nella sua collezione privata, è stato conferito il premio Il Risveglio del Ceppo – arte 2024.

La premiazione di Ezio Ferraris

“Il Risveglio del Ceppo” è un invito a guardare al domani nella storia del vitigno principe di queste colline: la Barbera La salvaguardia del patrimonio per le generazioni future prende ispirazione dalla resistenza di alcune viti storiche nell’Astigiano.del patrimonio per le generazioni future prende ispirazione dalla resistenza di alcune viti storiche nell’Astigiano. Dal 2010 la Cantina con il contributo del Dipartimento di Enologia e Viticoltura dell’Università di Torino porta avanti un progetto di selezione e ricerca viticola.

La Cantina Sociale Barbera dei Sei Castelli  (che fa parte del Consorzio Barbera d’Asti e Monferrato) è la storia di sei comuni e 260 soci che hanno creduto in un sogno. La maggiore cooperativa del settore vitivinicolo in Piemonte è anche la maggiore produttrice di Barbera d’Asti DOCG.

L’artista Ezio Ferrraris accanto al monumentale ceppo Nirvana e uno scorcio dell’interno del museo

I comuni Agliano Terme, Castelnuovo Calcea, Moasca, Calosso, San Marzano Oliveto e Costigliole d’Asti rientrano tra i Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 2014.

«Volevamo diventare un riferimento per la Barbera d’Asti DOCG» spiega Enzo Gerbi, direttore della Cantina e, dopo più di sessant’anni di attività, il progetto iniziale si è evoluto in realtà. L’attenzione alla denominazione d’origine, il rispetto per l’ambiente, la dedizione delle persone e la sostenibilità economica sono il motore di un’esperienza che inizia e finisce ben oltre il vino.

Ezio Ferraris mentre spiega come è nata la sua originalissima collezione

Una tradizione, quella della cooperativa, che ha radici lontane. In campagna, quando il raccolto non era sufficiente, si poteva contare sulla solidarietà delle famiglie che vivevano in quel luogo e di quel luogo.

«I risultati raggiunti evidenziano la potenza dello strumento cooperativo» conferma Mario Sacco, Presidente di Confcooperative Piemonte Sud. La valorizzazione del territorio passa innanzitutto dal lato umano».

L’artista Ferarris si era già distinto per l’amopre per il suo territorio e per la cultura del vino realizzando su un brichet di Agliano Terme delle bottiglie artistiche giganti che hanno attirato migliaia di turisti.

I CEPPI CENTENARI ANIMATI DIPINTI DA EZIO FERRARIS. Spiriti della Vigna in Mostra a Castiglione Falletto

“BRICHET VIGNETO DELL’ARTE” SULLE COLLINE DI AGLIANO. Bottiglie Giganti create da Ezio Ferraris con la Famiglia Giovo

ARTE MATERICA COI TARTUFI. I Capolavori di Ezio Ferraris alla Fiera Nazionale di Asti

Redazione Art & Wine News

Lascia un commento Annulla risposta