SCULPTURE PAINTING DI OSVALDO MASCARELLO

IL TRALCIO SCELTO DA SGARBI
DIVENTA ETICHETTA PER UN BAROLO
IN MOSTRA LE BARRIQUE DIPINTE

L’immagine guida della mostra personale dell’artista viaggiatore Osvaldo Mascarello sarà una delle sue più celebri opere in sculto pittura (sculpture painting): Pampini in Langa. Tale creazione, infatti, oltre a palesare una ricercatezza tecnica e stilistica originale, estrosa ed avvincente ha avuto una doppia celebrazione: è stata inserita nel catalogo della Collezione Sgarbi ed utilizzata dal viticoltore lamorrese Gianni Ramello per realizare l’etichetta di una produzione limitata di magnum di Barolo che sarà degustato per il brindisi del vernissage.

CHIESETTA DI S-. ANNA – CASTIGLIONE FALLETTO (CN)
5 – 14 ottobre 2019

ORARI: da venerdì a lunedì 11 – 17 – INGRESSO LIBERO

Inaugurazione sabato 5 ottobre ore 17
con degustazione Barolo Gianni Ramello

Nell’ambito della collaborazione tra il Comune di Castiglione Falletto e l’associazione Art & Wine Club, secondo il progetto concordato dal Sindaco Paolo Borgogno e dal curatore Fabio Giuseppe Carlo Carisio (presidente del sodalizio) per la valorizzazione culturale della Chiesetta di S. Anna attraverso mostre artistiche, ci sarà anche la suggestione delle opere in Barrique Painting.

Mascarello è diventato grande narratore visivo dei paesaggi vitivinicoli della sua Langa, divenuti Patrimonio Unesco, ed in particolare alle vigne di La Morra, dove è nato nel 1948 ed è ritornato a vivere da due anni. Dopo averli dipinti incastonati nelle suggestive e peculiari “grotte” mascarelliane; dopo aver descritto i suoi viaggi nel mondo prima con lo sguardo fotografico e poi con quello pittorico attraverso la magia delle ombre, dopo essersi cimentato con successo di apprezzamenti critici e premi nella scultopittura su tela o tavola, ha infatti intrapreso un nuovo viaggio artistico in un panorama praticamente incontaminato: barrique painting, ovvero le barrique dipinte con la ciclopittura.

SCULPTURE-PAINTING – Alcune opere saranno esempi di scultopittura, realizzate partendo da immagini paesaggistiche, e non, che dialogano con le costruzioni figurative a rilievo realizzate con agglomerati di vernice incastonati a foggia di mosaico per raffigurare ora un pellicano ora un tralcio coi pampini di vite. Proprio l’immagine di quest’ultima è stata selezionata nel prestigioso catalogo della Collezione Sgarbi ed è stata scelta dal viticoltore lamorrese Gianni Ramello, presidente dell’ufficio turistico di La Morra, come etichetta per le sue Magnum di Barolo che saranno aperte in occasione dell’inaugurazione.

BARRIQUE PAINTING – Al centro dell’evento espositivo ci sarà anche una barrique dipinta con l’ormai consolidato stilema dell’artista viaggiatore che sulla botte da 225 litri trova però una nuova chiave di sviluppo: la pittura a 360 gradi o ciclopittura! Intorno alla barrique ruota infatti un paesaggio delle vigne della Langa del Barolo che dall’alba giunge fino al tramonto all’Annunziata, un percorso visivo e anche cronologico delle emozioni che ogni visitatore assapora dell’incanto delle Langhe assolate.

«Questa nuova espressione artistica diventa lo strumento di esaltazione dell’arte pittorica suadente, lirica ed icastica di Mascarello – spiega Fabio Carisio, curatore dell’esposizione – Un’arte che ben potrebbe portare a definirlo pittore delle ombre per il suo vezzo stilistico di rappresentare i profili dei protagonisti in mono-bicromia illuminati solo da fondali di pregevolissime e incantevoli varietà tonali. Un’espressività artistica ancorata al figurativo paesaggistico che ben si presta a divenire ciclopittura su questo nuovo supporto della barrique dotato di potenzialità infinite».

SUGGESTIONI DI LANGA – Un ampio capitolo della esposizione sarà dedicato naturalmente alle opere paesaggistiche sulle colline di Langa inserite nelle umbratili “grotte“ come le visioni lenticolari di uno scatto fotografico, eredità dell’altra passione di Mascarello

Così era la Vendemmia-2013-Acrilico 50×50

GLI ORIZZONTI DELLA TERRA – L’artista viaggiatore presenterà anche alcuni dipinti, in analoga espressione artistica di quelle di Langa, volte a descrivere i suoi viaggi in Africa ed Asia. Le suggestioni esotiche si fondono alle calibrazioni soffuse delle gradualità cromatiche dei molcenti sfondi degli acrilici pittorici.

Taj Mahal-2014-Acrilico su tela 60×60

NOTE BIOGRAFICHE: Osvaldo Mascarello è nato a La Morra (Cn) nel 1948 dove vive e lavora. Dalla passione giovanile per il disegno a matita e carboncino è passato poi a quella per l’acquerello e poi la pittura ad olio. L’attività professionale lo ha portato a lavorare spesso in giro per il mondo, del quale ha saputo catturare immagini ed emozioni prima tramite la fotografia, oggi con i dipinti. Ha esposto in varie collettive e personali in Piemonte, Liguria, Lombardia e Lazio conquistando alcuni premi con la scultopittura.

Già si è evidenziata in altri testi l’inventiva pittorica di Osvaldo che ha saputo esaltare i contrasti tra le ombre ed i fondali mossi da variazioni tonali su cromie molto calde. Ora la sua matrice artistica si impreziosisce anche di un originale elemento scultoreo a mosaico (con agglomerati di vernice) che diviene l’elemento figurativo protagonista delle opere in un vivace e compiuto connubio di pregevole e peculiare scultopittura.

Osvaldo Mascarello – La profezia della Passione – scultopittura su tela

Una sua opera è stata inserita nella prestiogiosa collettiva Bibbia e Sacro Vino tenutasi a Barolo nel 2017-2018 accanto alle incisioni di Marc Chagall sull’Antico Testamento. (altre info sull’artista qui)

Mostra di arte contemporanea personale di
OSVALDO MASCARELLO – SCULPTURE PAINTING
a cura di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Organizzazione: Art & Wine Club – Italian Top Style – Barolo
Patrocinio: Comune di Castiglione Falletto
Partnership: Eventi e Turismo La Morra, Az. Agr. Gianni Ramello, Art & Wine News

ORARI: da venerdì a lunedì 11 – 17INGRESSO LIBERO
CHIESETTA di S. ANNA – via v. Cavour – Castiglione Falletto
info:   366-1565872   club@art-wine.eu

Lascia un commento