A DIANO IL BAROLO NASCE GENUINO

LA CANTINA VEGLIO MICHELINO
PUNTA SU QUALITA’ E  SALUTE:
NIENTE RESIDUI CHIMICI NEI VINI
E BASSI CONTENUTI DI ISTAMINE

La cantina Veglio Michelino & Figlio si trova in Piemonte nell’ameno paese di Diano d’Alba, in prossimità della città di Alba. E’ un’azienda agricola familiare che vinifica ormai da cinque generazioni ed ora si sta espandendo con successo nei mercati stranieri, in virtù della qualità e genuinità dei propri vini.

Le proprietà comprendono circa 25 ettari coltivati a vigneti nei comuni di Diano d’Alba, Montelupo Albese e Serralunga d’Alba. La produzione annua è di 400mila bottiglie di vini: Barolo, Barbera d’alba, Diano d’Albaed altri 20 vini tipici delle Langhe.

Leggi tutto “A DIANO IL BAROLO NASCE GENUINO”

ART & WINE Gallery – EZIO FERRARIS

VINO E VIGNE SULLA TELA:

LA NATURA PROTAGONISTA

EZIO FERRARIS – Nato ad Agliano Terme nel 1957 in una famiglia di viticoltori ha trascorso molto tempo in vigna ed ha sviluppato un rapporto intimo ed «osmotico» con la natura, culminato in una collezione di ceppi ultracentenari di vite dalle suggestive forme di esseri viventi. L’amore per il suo territorio lo ha portato a sperimentare con successo tecniche pittoriche ispirate dalla viticoltura: dai dipinti con vini e vinacce agli ultimi lavori con zolfo, verderame e zolle di argilla. Nel 2016 insieme ai soci master di Art & Wine Club ha partecipato alla mostra di arte contemporanea del Carnevale di Venezia nella Scuola Grande di San Giovanni Evangelista.ato alla mostra di arte contemporanea del Carnevale di Venezia nella Scuola Grande di San Giovanni Evangelista.

 

 

 

 

 

ART – RIEVOCAZIONI DI PINSOGLIO

DUE SPLENDIDI OMAGGI 

A SANDRO BOTTICELLI

Dopo aver reso omaggio al vate di Langa Cesare Pavese ora l’artista astigiano Filippo Pinsoglio, allievo di Amelia Platone e Carlo Carosso, si cimenta in rievocazioni rinascimentali dotte… Due capolavori di Alessandro di Mariano di Vanni Filipepi, noto alla storia semplicemente come Sandro Botticelli (Il nomignolo pare che fosse stato attribuito al fratello Giovanni, che di mestiere faceva il sensale del Monte, un funzionario pubblico, e che nella portata al catasto del 1458 veniva vochato Botticello, e sarebbe stato poi esteso a tutti i membri maschi della famiglia e dunque adottato anche dal pittore).

Leggi tutto “ART – RIEVOCAZIONI DI PINSOGLIO”